CONDIZIONI GENERALI DI PARTECIPAZIONE AI VIAGGI

1 CONTRATTI DI VIAGGIO E RESPONSABILITÀ I contratti di viaggio relativi al presente programma si intendono sottoposti, nonostante qualsiasi clausola contraria alla Legge 27.12.77 n. 1084 di ratifica ed esecuzione della Convenzione Internazionale relativa al contratto di viaggio (C.C.V.) firmata a Bruxelles il 23 aprile 1970, alla Direttiva 90/314/CEE e al Decreto Legislativo 17.3.95 n. 111 di attuazione della Direttiva n. 90/314/CEE concernente i viaggi, le vacanze ed i circuiti “tutto compreso”. Per i pacchetti turistici “tutto compreso” il contratto di vendita è redatto in forma scritta e al consumatore deve esserne rilasciata una copia sottoscritta o timbrata dall’organizzatore o dal venditore.

2 TERMINI PER LE ISCRIZIONI l’accettazione delle iscrizioni è subordinata da parte dell’organizzatore del viaggio alla disponibilità di posti e s’intende perfezionata al momento della conferma da parte dell’organizzatore stesso.

3 PAGAMENTI

Se non diversamente indicato nell’informativa precontrattuale o nel contratto, all’atto della sottoscrizione della proposta di acquisto del pacchetto turistico dovrà essere corrisposta:
a) la quota d’iscrizione o gestione pratica (vedi art.8);
b) acconto del prezzo del pacchetto turistico pubblicato in catalogo o nella quotazione del pacchetto fornita dall’Organizzatore. Il saldo dovrà esser e improrogabilmente versato entro iltermine stabilito dal Tour Operator nel proprio catalogo o nella conferma di prenotazione del serviziopacchetto turistico richiesto;
Per le prenotazioni in epoca successiva alla data indicata quale termine ultimo per effettuare il saldo, l’intero ammontare dovrà essere versato al momento della sottoscrizione della proposta di acquisto;
Il mancato pagamento delle somme di cui sopra, alle date stabilite, al pari della mancata rimessione al Tour Operator delle somme versate dal Viaggiatore all’Agenzia venditrice, e ferme le eventuali azioni di garanzia ex art. 47 CdT nei confronti di quest’ultimo, costituisce clausola risolutiva espressa ai sensi dell’art. 1456 cod. civ. tale da determinare la risoluzione di diritto da operarsi con semplice comunicazione scritta, via fax o via e-mail, presso l’Agenzia venditrice, o presso il domicilio anche elettronico, ove comunicato, del viaggiatore. Il saldo del prezzo si considera avvenuto quando le somme pervengono all’organizzatore direttamente dal viaggiatore o per il tramite dell’Agenzia di Viaggi ’intermediaria dal medesimo viaggiatore scelto.

PREZZO (ART. 39 CdT)

Il prezzo del pacchetto turistico è determinato nel contratto, con riferimento a quanto indicato in catalogo, o programma fuori catalogo ed agli eventuali aggiornamenti degli stessi cataloghi o programmi fuori catalogo successivamente intervenuti, o nel sito web dell’associazione.

Dopo la conclusione del contratto di pacchetto turistico, i prezzi possono essere aumentati di quanto indicato dall’Organizzatore, con un massimo dell’8% soltanto se il contratto lo preveda espressamente e precisi che il viaggiatore ha diritto a una corrispondente riduzione del prezzo, nonché le modalità di calcolo della revisione del prezzo. In tal caso, il viaggiatore ha diritto ad una riduzione del prezzo corrispondente alla diminuzione dei costi di cui al comma 2, lettere a), b) e c),che si verifichi dopo la conclusione del contratto e prima dell’inizio del pacchetto.

Gli aumenti di prezzo sono possibili esclusivamente in conseguenza di modifiche riguardanti:
a) il prezzo del trasporto di passeggeri in funzione del costo del carburante o di altre fonti di energia;
b) il livello di tasse o diritti sui servizi turistici inclusi nel contratto imposti da terzi non direttamente coinvolti nell'esecuzione del pacchetto, comprese le tasse di atterraggio, di sbarco ed imbarco nei porti e negli aeroporti;
c) i tassi di cambio pertinenti al pacchetto.

Se l’aumento di prezzo di cui al presente articolo eccede l’8 per cento del prezzo complessivo del pacchetto, si applica l’articolo 40, commi 2, 3, 4 e 5 CdT.

Un aumento di prezzo, indipendentemente dalla sua entità, è possibile solo previa comunicazione chiara e precisa su supporto durevole da parte dell’organizzatore al viaggiatore, unitamente alla giustificazione di tale aumento e alle modalità di calcolo, almeno venti giorni prima dell'inizio del pacchetto.

In caso di diminuzione del prezzo, l'organizzatore ha diritto a detrarre le spese amministrative e di gestione delle pratiche effettive dal rimborso dovuto al viaggiatore, delle quali è tenuto afornire la prova su richiesta del viaggiatore.


4 VALIDITÀ DELLE QUOTE DI PARTECIPAZIONE Le quote sono calcolate in base ai cambi ed alle tariffe dei vettori vigenti alla data del viaggio. Le quote stabilite dal contratto potranno essere variate con possibilità di revisione sia al rialzo che al ribasso solo in conseguenza di variazioni nel corso dei cambi, delle tariffe dei vettori compreso il costo del carburante e diritti e tasse su certi servizi quali: tasse di atterraggio, di sbarco o di imbarco nei porti e negli aeroporti. Se l’aumento del prezzo globale eccede il 10% il viaggiatore ha facoltà di recedere dal contratto con il diritto al rimborso di tutte le somme da lui pagate entro 7 giorni lavorativi dal momento del recesso. Il prezzo stabilito nel contratto non può in ogni caso essere aumentato nei 20 giorni che precedono la partenza.

5 MODIFICHE DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI Prima della partenza l’organizzatore che abbia necessità di modificare in modo significativo uno o più elementi del contratto, ne dà immediato avviso in forma scritta, al consumatore, indicando il tipo di modifica e la variazione del prezzo che ne consegue. Il consumatore comunica la propria scelta all’organizzatore entro due giorni lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l’avviso di variazione; ove non accetti la proposta di modifica, il consumatore può recedere, senza pagamento di penale, dal contratto. Dopo la partenza, quando una parte essenziale dei servizi previsti dal contratto non può essere effettuata, l’organizzatore predispone soluzioni alternative per la prosecuzione del viaggio non comportanti oneri a carico del consumatore, oppure rimborsa quest’ultimo nei limiti della differenza tra le prestazioni previste e quelle effettuate, salvo il risarcimento del danno. Se non è possibile alcuna soluzione alternativa o il consumatore non l’accetta per un giustificato motivo, l’organizzatore gli mette a disposizione un mezzo di trasporto equivalente per il ritorno al luogo di partenza o ad altro luogo convenuto, e gli restituisce la differenza tra il costo delle prestazioni previste e quello delle prestazioni effettuate.

6 DIRITTI DEL CONSUMATORE IN CASO DI RECESSO O ANNULLAMENTO DEL SERVIZIO

Quando il consumatore esercita il diritto di recesso dal contratto nei casi di cui ai due precedenti paragrafi o il pacchetto turistico viene cancellato prima della partenza per qualsiasi motivo, tranne che per colpa del consumatore, questi ha diritto di usufruire di un altro pacchetto di qualità equivalente o superiore senza supplemento di prezzo, o di qualità inferiore previa restituzione della differenza del prezzo, oppure gli è rimborsata, entro sette giorni lavorativi dal momento del recesso o della cancellazione, la somma di danaro già corrisposta. In questi casi il consumatore ha diritto ad essere risarcito di ogni ulteriore danno dipendente dalla mancata esecuzione del contratto, tranne quando l’annullamento del viaggio dipenda: - dal mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti indicato, ed il viaggiatore ne abbia ricevuto comunicazione scritta almeno 20 giorni prime della data di partenza. - oppure da causa di forza maggiore, escluso in ogni caso l’eccesso di prenotazioni.

8 PENALE ANNULLAMENTO IN CASO DI RECESSO DEL VIAGGIATORE

Al viaggiatore che receda dal contratto prima della partenza al di fuori delle ipotesi elencate nell'art. 10 verrà addebitato, al netto dell'acconto versato di cui all'art.7, l'importo della penale nelle misure qui sotto indicate (oltre al costo individuale di gestione pratica):

30% della quota di partecipazione fino a 30 giorni di calendario prima della partenza*;

40% della quota di partecipazione da 29 a 18 giorni di calendario prima della partenza*;

50% della quota di partecipazione da 17 a 10 giorni di calendario prima della partenza*;

75% della quota di partecipazione da 9 giorni di calendario a 3 giorni lavorativi (escluso comunque il sabato) prima della partenza*;

100% della quota di partecipazione dopo tali termini.

* N.B.: per i costi relativi a servizi di trasporto (treni, motonavi, voli,...) regolari di linea a tariffa gruppo, a tariffa pubblicata e/o low cost verrà addebitata una penale del 100% in caso di cancellazione in qualsiasi data successiva alla conferma del viaggio.

9 SOSTITUZIONI E CESSIONE DEL PACCHETTO TURISTICO AD UN ALTRO VIAGGIATORE (ART. 38 CdT)
Il viaggiatore, previo preavviso dato all’organizzatore su un supporto durevole entro e non oltre sette giorni prima dell’inizio del pacchetto, può cedere il contratto di pacchetto turistico a una persona che soddisfi tutte le condizioni per la fruizione del servizio.

Il cedente e il cessionario del contratto di pacchetto turistico sono solidalmente responsabili per il pagamento del saldo del prezzo e degli eventuali diritti, imposte e altri costi aggiuntivi, ivi comprese le eventuali spese amministrative e di gestione delle pratiche, risultanti da tale cessione.

L’organizzatore informa il cedente dei costi effettivi della cessione, che non possono essere irragionevoli e che non eccedano le spese realmente sostenute dall’organizzatore in conseguenza della cessione del contratto di pacchetto turistico, e fornisce al cedente la prova relativa ai diritti, alle imposte o agli altri costi aggiuntivi risultanti dalla cessione del contratto.

In ogni caso il Viaggiatore che richieda la variazione di un elemento relativo ad una pratica già confermata, purché la richiesta non costituisca novazione contrattuale e sempre che ne risulti possibile l’attuazione, corrisponderà al Tour Operator, oltre alle spese conseguenti alla modifica stessa, un costo fisso forfetario.


OBBLIGHI DEI VIAGGIATORI
Nel corso delle trattative e comunque prima della conclusione del contratto, al Viaggiatore sono fornite per iscritto le informazioni di carattere generale concernenti i passaporti e i visti e le formalità sanitarie necessari per l’espatrio.

11 CESSIONE DEL CONTRATTO Il Viaggiatore può farsi sostituire da un terzo che soddisfi tutte le condizioni per la fruizione del servizio, nei rapporti derivanti dal contratto, ove lo comunichi per iscritto entro e non oltre 4 giorni lavorativi prima della partenza indicando le complete generalità della persona che lo sostituisce e non vi ostino ragioni attinenti al passaporto, ai visti, ai certificati sanitari, o problemi per diverse sistemazioni alberghiere. Il cedente ed il concessionario sono solidamente responsabili nei confronti dell’organizzatore del contratto per il pagamento del saldo del prezzo, nonché per le eventuali spese supplementari risultanti da detta cessione. L’organizzatore si riserva tuttavia senza impegni né responsabilità di rimborsare eventuali somme recuperate per i servizi non usufruiti a seguito di rinuncia.

12 RESPONSABILITÀ DELL’ORGANIZZATORE L’organizzatore è responsabile dei danni arrecati al consumatore a motivo dell’inadempimento totale o parziale delle prestazioni contrattualmente dovute, sia che le stesse siano effettuate da lui personalmente, che da terzi forniti dei servizi ed è tenuto a risarcire il danno sofferto dal consumatore, salvo il diritto di rivalersi nei confronti dei fornitori. In tale caso l’organizzatore è esonerato dalla responsabilità quando la mancata o inesatta esecuzione del contratto è imputabile al consumatore o è dipesa dal fatto di un terzo a carattere imprevedibile o inevitabile, ovvero da un caso fortuito o di forza maggiore. L’organizzatore o il venditore apprestano con sollecitudine ogni rimedio utile al consumatore al fine di consentirgli la prosecuzione del viaggio salvo il diritto al risarcimento del danno nel caso in cui l’inesatto adempimento sia imputabile al consumatore.

13 RECLAMI Ogni mancanza nell’esecuzione del contratto deve essere contestata dal consumatore senza ritardo affinché l’organizzatore, il suo rappresentante locale o l’accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio. Il consumatore può altresì sporgere reclamo mediante l’invio di una raccomandata, con avviso di ricevimento, all’organizzatore, entro e non oltre dieci giorni lavorativi dalla data di rientro.

14 LIMITI DEL RISARCIMENTO Il risarcimento dei danni derivanti dall’inadempimento o dalla mancata esecuzione del contratto non può essere inferiore: - per danni alla persona ai limiti previsti dalla Convenzione di Varsavia del 1929 sul trasporto aereo internazionale resa esecutiva con L. 841/32, dalla Convenzione di Berna del 1961 sul trasporto ferroviario, resa esecutiva con L. 806/63 e dalla Convenzione di Bruxelles del 1970 (CCV) resa esecutiva con L. 1084/77, per ogni altra ipotesi di responsabilità dell’organizzatore e del venditore (termine di prescrizione: 3 anni dal rientro salvo il termine di 18 mesi per inadempimento prestazioni di trasporto); - per danni diversi dal danno alla persona, a quanto previsto dall’art.13 della Convenzione di Bruxelles (CCV) (termine di prescrizione: 1 anno dal rientro); E’ nullo ogni accordo che stabilisca limiti di risarcimento inferiori a quelli delle suddette leggi.

15 VETTORI I vettori sono responsabili nei confronti dei viaggiatori limitatamente alla durata del trasporto con i loro mezzi, in conformità a quanto da essi previsto nelle proprie condizioni di trasporto. I programmi sono pubblicati dietro la sola responsabilità dell’organizzatore di viaggi. Non sono quindi pubblicati per conto dei vettori i cui servizi vengono impiegati durante il viaggio, né quindi li impegnano.

16 STRUTTURE RICETTIVE L’organizzatore dichiara, sotto la propria responsabilità, che le strutture ricettive indicate nel presente catalogo sono tutte munite di regolare autorizzazione conformemente alla regolamentazione dello Stato di destinazione interessato.

17 OBBLIGHI DEI PARTECIPANTI I partecipanti ai viaggi di soggiorno dovranno essere in possesso di passaporto individuale o altro documento valido per i Paesi previsti dall’itinerario, oltre che dai visti e dalle vaccinazioni quando necessarie come previsto dalle informazioni fornite per iscritto dall’organizzatore e dal venditore prima della partenza. Essi, inoltre, dovranno attenersi all’osservanza delle regole di normale prudenza e diligenza, a tutte le informazioni fornitegli dall’Organizzatore, nonché ai regolamenti ed alle disposizioni amministrative o legislative vigenti nel Paese inerente il viaggio od il soggiorno. I partecipanti saranno chiamati a rispondere dei danni che l’Organizzatore dovesse subire, a causa della loro inadempienza a quanto sopra elencato.

19 COPERTURA ASSICURATIVA Estremi ( nome Compagnia assicurativa e n. polizza ); rischi coperti ( polizza assicurativa di responsabilità civile con massimali di risarcimento, a copertura dei rischi derivanti alle persone dalla partecipazione ai programmi di viaggio e soggiorno nonché a garanzia dell’esatto adempimento degli obblighi verso l’utente dei servizi turistici, come previsto dalle Leggi vigenti in materia (delibera G.R.T. n. 5283 del 30.05.94).

NOI SIAMO AFFILIATI a ACSI 

20 POLIZZE ASSICURATIVE FACOLTATIVE Prima della partenza è possibile, anzi consigliabile la sottoscrizione facoltativa di polizze assicurative a copertura delle spese sostenute dal Consumatore per l’annullamento del contratto o per rimpatrio in caso di incidente o malattia.

21 VALIDITÀ DEL PROGRAMMA

dal ______________ al ________________.

 
Il tuo carrello è vuoto